Il territorio

Porto di Cala Gavetta, dove la storia abbraccia la bellezza

Il porto storico dell'Arcipelago di La Maddalena è collocato nell'insenatura Cala Gavetta e si distende lungo la parte meridionale dell'isola che dà il nome all'arcipelago. Sorge a ridosso del centro storico del paese, con il quale costituisce il cuore pulsante della comunità. Già avamposto militare dei Savoia sul finire del XVIII secolo, oggi il porto dell'Arcipelago La Maddalena è il punto d'approdo dei turisti che desiderano godersi lo spettacolo offerto dalle oltre 60 isole. La posizione centrale all'interno del paese, la possibilità di accesso a tutti i servizi e la bellezza dell'insenatura Cala Gavetta sono i punti di forza del porto turistico dell'Arcipelago La Maddalena.

Cala Gavetta: la base ideale per la visita dell'arcipelago

Porta dell'isola e dell'arcipelago, il porto di Cala Gavetta dispone di 140 ormeggi e ospita imbarcazioni fino a 50 metri. L'accesso può considerarsi continuo, per quanto l'assistenza sia assicurata soltanto dalle ore 8 alle 20. Scirocco a parte, il porto dell'Arcipelago La Maddalena è ben riparato dai venti. Tutti i pontili galleggianti, provvisti di bitte e anelli, offrono ai diportisti i servizi di fornitura elettrica, acqua, connessione Wi-Fi. La marina di La Maddalena brulica di vita nella bella stagione e si trova a due passi dal noleggio bici, scooter e auto.

Porto di La Maddalena: qui sbarcò Garibaldi

Ad accogliere i turisti del porto di La Maddalena è una colonna in granito alta 17 metri, finanziata perlopiù dal re Vittorio Emanuele III ed eretta nel 1907 dall'architetto Valfredo Vizzotto in occasione del centenario della nascita di Garibaldi. Proprio qui sbarcò l'Eroe dei Due Mondi, era il 1849 e la Repubblica Romana era caduta da poco. D'altra parte, la colonna svetta su piazza XXIII Febbraio, giorno che celebra la vittoria sui francesi a opera delle truppe locali (1793).

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.